Vai al contenuto pricipale

Tirocini e stage

Il raggiungimento, da parte dello studente, delle competenze professionali del Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico specifiche di una "qualificazione professionale mirata" è attuato attraverso una formazione teorico-pratica che include, oltre all'acquisizione teorica nel campo diagnostico laboratoristico, anche l'acquisizione di competenze di tipo comportamentale.

Il Tirocinio è un'attività didattica che comporta l'esecuzione e l'assistenza di attivita' pratiche e procedure operative a simulazione dell'attività svolta a livello professionale.

In ogni fase del Tirocinio, lo studente opera sotto il controllo diretto di un Tutor Professionale coordinato nelle attività dal Coordinatore Tecnico del Corso di Laurea; al termine di ogni anno le competenze tecnico pratico altamente specifiche, acquisite durante l'attività di tirocinio formativo-professionalizzante, sono sottoposte a valutazione e formalizzazione con voto da parte del Coordinatore Tecnico in collaborazione con i Tutors Professionali.

L'obiettivo del Tirocinio nei tre anni di corso è di consentire allo studente, futuro TSLB, di:

  • Inserirsi nell'organizzazione del Laboratorio individuando e rispettando ruoli e competenze di tutte le figure professionali che vi operano e collaborando con esse al raggiungimento degli obiettivi Aziendali e di Struttura prefissati
  • Identificare a tutti i livelli i processi operativi del Dipartimento di Laboratorio; saper gestire la fase pre-analitica, la fase analitica e la fase post-analica
  • Aver acquisito specifiche professionalità di tipo diagnostico-laboratoristico-informatico di: biochimica, ematologia, coagulazione, immunologia, microbiologia, virologia, patologia clinica, anatomia ed istologia, immunoematologia, farmacotossicologia, biologia molecolare, genetica
  • Erogare con autonomia tecnico professionale: il corretto adempimento delle procedure analitiche - l'applicazione dei protocolli di lavoro definiti dai Dirigenti responsabili - la verifica e corrispondenza delle prestazioni erogate secondo gli indicatori e gli standard definiti dal responsabile di Struttura - il controllo, verifica di funzionamento, manutenzione delle strumentazioni di laboratorio - partecipare all'organizzazione e programmazione del lavoro nell'ambito della struttura in cui si opera
  • Conoscere e rispettare il codice etico deontologico della professione di Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico
  • Conoscere e utilizzare correttamente: la gestione e conservazione dei reattivi e materiali di consumo - i dispositivi di protezione individuale - regole e procedure inerenti il rischio professionale - lo smaltimento dei rifiuti.

A.O. S. Croce e Carle - Cuneo

P.O. S. Croce

  • Laboratorio analisi di patologia clinica
  • Laboratori di anatomia patologica
  • Laboratori del Centro immunoematologia e trasfusionale
  • Centro Prelievi

P.O. Carle

  • Laboratorio analisi di microbiologia e biologia molecolare
  • Laboratori HLA
  • Farmacia ospedaliera

A.S.L. CN1

  • P.O. Mondovì e Savigliano
  • Laboratorio analisi di patologia clinica
  • Laboratori di anatomia patologica
  • Laboratori del Centro immunoematologia e trasfusionale

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta 

  • Laboratori della sezione di Cuneo

Il tutorato è stato istituito con L. 341/90 (riforma degli ordinamenti didattici universitari) come un'attività diretta a "orientare ed assistere gli studenti lungo tutto il percorso degli studi, a renderli attivamente partecipi del processo formativo, a rimuovere gli ostacoli ad una proficua frequenza dei corsi, anche attraverso iniziative rapportate alle necessità, alle attitudini e alle esigenze dei singoli" (art. 13).
Il tutorato comprende un'ampia serie di attività di assistenza agli studenti finalizzate a rendere più efficaci e produttivi gli studi universitari.
Nelle prime fasi della carriera universitaria degli studenti, il tutorato ha il compito di contribuire a colmare la distanza tra la scuola secondaria e il mondo universitario, la quale produce spesso rilevanti difficoltà di adeguamento alle metodologie di studio e ricerca proprie dell'Università.
La funzione tutoriale non si esaurisce nella fase di accoglienza, ma prosegue lungo tutto il percorso di studio. In questa fase l'aspetto informativo di tutorato diventa meno rilevante, mentre assume una grande importanza l'aspetto di assistenza allo studio. Compito del tutore è quello di seguire gli studenti nella loro carriera universitaria, di aiutarli a superare le difficoltà incontrate, di migliorare la qualità dell'apprendimento, di fornire consulenza in materia di piani di studio, mobilità internazionale, offerte formative prima e dopo la laurea, e di promuovere modalità organizzative che favoriscano la partecipazione degli studenti lavoratori all'attività didattica. In stretta connessione con le attività di job placement, il tutorato ha anche il compito di indirizzare e seguire gli studenti nell'accesso al mondo del lavoro.

Bove Annabella
Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle  - S. C. Anatomia Patologica
0171.641077-0171.641541

Calcagno Luisa Mariangela
Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle - S.C. Immunoematologia e trasfusionale
0171.616334 -0171.642533 

Cavallo Marcella
Azienda Sanitaria Locale CN 1 - Presidio di Savigliano/Mondovì - Laboratori


Matteoda Danilo
Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle - S.C. Laboratorio Analisi/AMOS
0171.641321 

Pellegrino Gianni 
Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle - S.C. Laboratorio Analisi
0171.616341 

Renaudo Simona 
Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle -  S.C. Laboratorio Analisi
0171.616332 

Nasi Mattia
Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle - S.C. Laboratorio Analisi/AMOS
0171.641321 

Ti potrebbe interessare

Ultimo aggiornamento: 11/06/2019 12:25
Location: https://biomedicocn.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!