Vai al contenuto principale

Prova finale

La prova finale ha l’obiettivo di valutare il raggiungimento delle competenze attese da un laureando così come espresse dai Descrittori di Dublino e dai RAD di ciascun Corso di Studio.


L’abilitazione finale è conferita ai Candidati che siano capaci di:
- applicare le loro conoscenze dimostrando un approccio professionale e competenze nel proprio campo di studio;
- assumere decisioni per risolvere efficacemente problemi e situazioni complesse nel proprio campo di studio;
- raccogliere e interpretare i dati per formulare giudizi professionali autonomi, anche su problematiche sociali, scientifiche o etiche;
- attivare una comunicazione efficace su temi clinici, sociali, scientifici o etici attinenti al proprio profilo;
- apprendere autonomamente.

In accordo alla normativa vigente, la prova finale di norma svolta in due giornate distinte, si compone di:
1. una prova pratica, a valenza di esame di stato, nella quale il Candidato è valutato nel raggiungimento e acquisizione delle competenze proprie dello specifico profilo professionale.

2. la redazione di un elaborato scritto e sua dissertazione; la tesi permette di accertare il raggiungimento da parte del Candidato di competenze e capacità nel condurre un percorso di apprendimento autonomo e metodologicamente rigoroso. Scopo della tesi è impegnare lo studente in un lavoro di progettazione e ricerca, che contribuisca al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere attinente a tematiche strettamente correlate al profilo professionale.

Ultimo aggiornamento: 21/09/2018 23:29
Location: https://biomedicocn.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!